BEYOND BORDERS ENSEMBLE PDF Stampa E-mail
 
 Spaziottagoni  
mameli7
In collaborazione con
  
BEYOND BORDERS ENSEMBLE
Viaggio nelle musiche popolari del Mediterraneo 
2015-10-25_beyond-borders.jpg
 
    
DOMENICA 25 OTTOBRE 2015 – ORE 18,39

 Prenotazione obbligatoria con pretesseramento online

 

Clarinetto - Luka Dudic (Montenegro), diplomato presso il liceo musicale a Montenegro
Viola - Darena Petrova (Bulgaria), diplomata presso conservatorio Santa Cecilia di Roma
Contrabbasso - Bruno Zoia (Italia, diplomato al conservatorio di Genova N. Paganini
Percussioni - Simone Pulvano (Italia), laureato in filosofia presso la Sapienza di Roma

IL CONCERTO FA PARTE DEL PROGETTO MUSIC FOR LEBANON

Beyond Borders Ensemble è un gruppo formato da cinque musicisti provenienti da diversi paesi e di differenti religioni, uniti nel nome della musica; loro provenienza è l'Algeria, la Bulgaria, il Montenegro e l'Italia.L’idea del progetto è quella di esprimere culture diverse attraverso il linguaggio plurale ed universale della musica.

Con questo progetto si intende avviare un percorso che si sviluppa abbracciando insieme le musiche dei popoli del mondo, la loro tradizione, il loro spirito, e anche le loro diversità. La Beyond Borders Ensemble vanta collaborazioni attive importanti con diverse Associazioni, come l'Istituto Tevere, Religions For Peace Italia, il Pontificio Istituto di Studi Arabi e d'Islamistica.

Mehdi Elias Baba-Ameur esplora e crea un universo di emozioni e bellezza, restituendolo a milioni di amanti della musica, facendo conoscere al mondo il violoncello e le musiche dimenticate di diversi paesi. Ha dimostrato che la musica antica non è necessariamente elitaria o minoritaria e che può interessare anche un pubblico sempre più giovane e vasto.
 
Programma del concerto: 
Los set gotxs recomptarem : (Medievale)
Atas atas Amimmi : (Tradizionale Berbera)
La belle brune : (Tradizionale Marocco)
Touschia Zidane : (Tradizionale Arabo-Andalusa)
Bellahi ya Hamami : (Tradizionale Algeria) 
Agadelha: (Tradizionale Israele) 
Staro Pomasko : ( Tradizionale Bulgaria) 
Uskudara : (Tradizionale Turchia)
Alouf Mashaal: (Tradizionale Palestina) 
Spesso vibra per suo gioco : A.Scarlatti (Italia) 
La rosa enflorece : (Tradizionale Sefardita) 
Me Kalesse mia Arhondissa : (Tradizionale Grecia)
Jovano Jovanke : (Tradizionale Macedonia)

Il concerto fa parte di un progetto più ampio, Music for Lebanon, che vede l’associazione  Mameli 7 Onlus  impegnata nella raccolta fondi per finanziare il centro sociale S. Sauveur, nel Sud del Libano, nella zona del monte Chouf e diretto da Padre Abdo Raad. Il centro si trova a circa 6 km ad est di Joun, un villaggio in mezzo agli uliveti sopra il fiume Nahr al-Awali. Joun sorge una quindicina di chilometri a nord-est di Sidone (Saida in arabo). L'associazione raccoglie fondi anche per altri progetti, in particolare per la costruzione di un presidio sanitario presso la struttura e approvvigionamento di acqua mediante l'acquisto di contenitori d'acqua, in Siria e in Libano.

Ingresso
10 euro, per chi ha già la tessera dell’associazione culturale Spaziottagoni, compreso il concerto
15 euro, per chi non ha la tessera: sono compresi tessera e concerto
6 euro, studenti universitari (muniti di tesserino) e scuole superiori: sono compresi tessera e concerto
La tessera ha validità annuale, dal 1 gennaio al 31 dicembre.

Informazioni e prenotazioni:  Spaziottagoni live - Alfonso Fabio Larena
Per maggiori informazioni si veda la pagina Facebook Mameli 7 onlus o contattare direttamente Alfonso Fabio Larena, presidente dell’Associazione.

PER DONAZIONI ALL’ASSOCIAZIONE MAMELI 7 ONLUS:IBAN: IT65H010300327800006118970 

IMPORTANTE: i non tesserati sono pregati di pretesserarsi online cliccando sul link apposito 

Ufficio stampa
Cell. 346.8513723 




Del.icio.us!Google!Facebook!Technorati!Blogmarks!
 
< Prec.   Pros. >
Mameli 7
Advertisement